Polaroid GL30, si torna agli anni 80

Leggo su Kineda che Polaroid ha ufficializzato al CES la produzione e il lancio sul mercato di un dispositivo tanto retro quanto affascinante: si tratta della Polaroid GL30, un digital camera che sfrutta la tecnologia ZINK per riprodurre immediatamente.

polaroid_gl30

La nuova Polaroid GL30 darà la possibilità di rivivere uno dei miti anni ’80 unendo la tecnologia digitale a quella analogica. Si tratta di un dispositivo che cattura immagini su sensore ottico digitale e le stampa immediatamente su ZINK Paper.

La tecnologia ZINK è il fiore all’occhiello di questo prodotto: la ZINK Paper, infatti, è un’innovativo materiale composto da tre sottili strati di cristalli coloranti (ciano, magenta e giallo); il dispositivo che utilizza questo materiale sceglie in rapida sequenza quali cristalli utilizzare. In sostanza, non c’è bisogno di alcuna cartuccia o toner: i colori sono già sul foglio, il dispositivo che lo utilizzerà è il responsabile della selezione dei colori.

Infatti, sarà disponibile già da marzo la Polaroid GL10 (alla modica cifra di 150 dollari), un Instant Mobile Printer che permetterà di stampare foto digitali su fogli ZINK Paper® di grandezza 3″ x 4″, lo stesso formato che utilizzerà la Polaroid GL30.

I prezzi dei supporti di stampa ZINK e della GL30 non sono ancora stati annunciati, ma questo accadrà a breve. Attualmente, un altro dispositivo Polaroid utilizza questi materiali: trattasi della Polaroid PoGo, un Instant Digital Camera – appartenente alla fascia delle compatte digitali – che stampa direttamente le foto su ZINK Paper di dimensione 2″ x 3″. Questi ultimi si vendono in pack da 30 fogli al prezzo di 10 dollari: questo mi fa pensare che i futuri fogli da 3″ x 4″ (presumibilmente in confezioni da 30) non possano costare più di 20 dollari.

Ciò che mi incuriosisce è il prezzo della Polaroid GL30: quando ero poco meno che adolescente, ho sempre sognato di avere una Polaroid; la GL30 potrebbe finalmente avverare questo sogno anche se, lo so benissimo, non sarà la stessa cosa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *