Sulla riva

A braccia conserte, gambe incrociate, seduto tra le foglie. Magari un fresco pomeriggio di inizio autunno. Senza musica, solo tu e il fiume. Il silenzio tutto intorno, il suono della natura a fare da colonna sonora. Un vento leggero, che non dà fastidio. Un po’ di buoni profumi che solo i boschi autunnali sanno regalare.
Sei in attesa di qualcosa, che prima o poi passerà davanti ai tuoi occhi, nell’acqua del fiume. E inizi a chiederti se qualcuno lo vorrà prendere e portare via dall’acqua. Ti chiedi in quanti faranno finta di niente e, dall’altra riva, si volteranno altrove, indifferenti. Quanti rimarranno a guardare impotenti. Quanti rimarranno delusi, perché non si aspettavano e mai avrebbero immaginato di vederlo passare tra le acque. Quanti fingeranno di non averlo mai voluto.
Sono solo domande, quelle che ti fai quotidianamente. Ora, però hai la tranquillità della natura intorno a te. Il silenzio di un bosco, il suono della natura. Non ti resta che rimanere lì, paziente. Braccia conserte e gambe incrociate.
E aspettare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *