Poesia attualissima

Questa la mia prof di Italiano non me la fece studiare, ma sono sicuro che, se la leggesse, converrebbe con me nel dire che la potremmo collocare ai giorni d’oggi senza alcuna difficoltà.

O ganimede impomatato e bello,
Crivellato di debiti e d’amanti,
Che per mostrare i falsi diamanti
Ti palpi il cranio, tomba del cervello;

Cariatide di bisca e di bordello,
Cretino in giubba, villanaccio in guanti,
Per cui tua madre con le man tremanti
Oggi al pegno lasciò l’ultimo anello;

Perchè con tanto sprezzo all’avvilita
Donna che innanzi a te ride e s’arresta
Getti la celia immonda e scimunita?

Quella putta bollata alla Questura
E’ cento volte più gentil, più onesta,
Più nobile di te, bestia, e più pura.

Edmondo De Amicis – A un bellimbusto (1892)

(via)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *