Rispondere è cortesia

Ultimamente sono in vena di domande. Per osmosi, anche Roberto Saviano lo è. Riporto da Repubblica:

Oggi mi chiedo: ma davvero gli elettori di centrodestra possono volere tutto questo? Possono ritenere giusto non solo il rifiuto di rispondere a delle domande, ma l’incriminazione delle domande stesse? Possono sentirsi a proprio agio quando gli attacchi contro i loro avversari prendono le mosse da chi viene mandato a rovistare nella loro sfera privata? Possono non vedere come la lotta fra l’informazione e chi cerca di imbavagliarla, sia impari e scorretta anche sul piano dei rapporti di potere formale?

Avanti, uscite dal torpore che vi contraddistingue e rispondete. Seriamente però, eh.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *