L’esempio

Dato che scrivo post collegati l’un l’altro, voglio parlare dell’Ospedale San Salvatore colpito dal terremoto ed in particolare del ruolo che mio padre ha al suo interno in qualità di infermiere. Lavora presso il reparto Cardiologia, gira da un reparto ad un altro con l’apparecchio per gli elettrocardiogrammi su un carrello, lui conosce tutti, pazienti e dipendenti, per me è un eroe perchè mette davanti a sé la salute dell’individuo nel momento in cui indossa la divisa. L’ospedale è la sua vita, meglio della caffeina a mio avviso, al punto che gli piace quello che fa. Mio padre è intelligente, non si fa fregare tanto facilmente da chi ne sa meno di lui, ha una coscienza laica ed aperta pronta a confrontarsi con chiunque. A 36 GRADI c’è una sfida non ancora vinta data dalla vita che dà la spinta, ma A 360 GRADI riesce a vedere quanto è tondo il mondo e della possibilità che niente è perduto.

Niente è perduto, è l’ora di rialzarsi e ricominciare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *