Wi-Fi, sounds good

Un articolo interessante di Carlo Gubitosa, tratto dall’ultimo numero di Carta, sulla fantomatica pericolosità delle infrastrutture per il wi-fi.

Va bene tenere sotto controllo le sorgenti elettromagnetiche, ma bisogna controllarle tutte, e a cominciare dalle piu’ potenti (radio e TV) e dalle piu’ vicine (telefonini). Il tecno-blogger Emiliano Bruni scrive che per un’indagine seria si potrebbe “parlare dei migliaia di kilowatt sparati da talune radio private che trasmettono sul territorio italiano, in barba alle normative vigenti, solo perchè le loro antenne sono poste in territorio extranazionale, o degli elettrodotti che passano rasenti a scuole a asili”.

Sono curioso di sapere cosa ne pensano gli ingegneri di Roio (AQ), cominciando da Tiziano, ad esempio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *