Faccine felici, candidature e altre ultimora

Qualche settimana fa, la mia dolce consorte ha aperto un tumblr: la sua faccina felice, a me tanto cara, fa da padrona al suo piccolo spazio web. Piccolo fuori, grande dentro. Proprio come lei. Si sappia che da queste parti si farà il possibile perché la signora apprezzi il potenziale della rete, anche attraverso questi mezzi.

Silvio non finirà mai di stupirmi. Ai 10 (+1) motivi di qualche giorno addietro, ne aggiungerei un dodicesimo: parla di parlamento pulito, di candidature prive di nomi che figurano anche in registri degli indagati, in verbali provenienti da aule di tribunali e in condanne varie. E il leader di questo popolo è lui, che di accuse non ne ha mai sentito parlare. Giusto, no?

Protesto vivamente contro il sistema orario e pretendo che il primo tema trattato dal prossimo Governo sia una riforma radicale sulle 24 ore destinate a riempire un solo giorno. Dove lo trovo il tempo per: studiare, lavorare, parlare, mangiare, amare (anima e corpo), fare attività fisica, scrivere sul mio blog, avere rapporti sociali (off e on line), fare attività sociale e, talvolta, cazzeggiare? Passiamo a 30 ore o, ancora meglio, a 48.

Non posso fare a meno né di Amy Winehouse, né dei Mattafix. Gli ultimi album di questi artisti meriterebbero di entrare nella storia della musica più di ogni altra cosa. Della cantante soul sto apprezzando appassionatamente Tears Dry On Their Own, mentre il duo inglese mi ha conquistato con In The Background. My iPod is on fire!

Il post che avevo promesso sulla riforma degli ordinamenti arriverà presto, il tempo di riorganizzare tutti i dati in mio possesso (cosa non banale): datosi che si è andati avanti con il lavoro anche in Commissione Riesame, introdurrei direttamente le ultime novità.

Presto avrò un coniglio, il tempo di sentire l’esperta di turno (vero Valè). Prometto che morirà di vecchiaia.

Qualcuno mi ha chiesto cosa ne penso di Sanremo. Uno, non l’ho visto. Due, non ho sentito nessuna canzone finora, perciò non giudicherei a priori neanche Toto Cotugno 😯 , Amedeo Minghi 🙁 e Little Tony 😥 . Tre, non vedo Sanremo da 5 anni ormai. Quattro, io mi fido di Massimo.

Non ho aperto bocca sullo scandalo generato dalle parole della Graziottin. Solo perché voi non sapete che la dottoressa ha ragione: io ho una seconda vita, nella quale mi prostituisco (a prezzi modici e senza passare per il virtuale). So anche di gente che ha provato piacere sessuale nel vedere il mio ritratto in versione Ape Maia pubblicato qualche post più sotto.
E poi basta a parlare di Vespa: anche voi, bloggheroni adulti, che insegnate a noi bloggherini giovani che il modo migliore per isolare una persona è ignorarla. It’s easy if you try [cit.].

Tino, Alessio, Gianni e, udite udite, Lorenzo sono entrati a far parte della blogopalla: date loro il benvenuto.

Il giorno che la smetterò di scrivere post all’1 di notte e della serie Durante il periodo non collegato potrò dichiararmi soddisfatto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *