Quello della porcata

Dico Calderoli e potrei fermarmi qui.

Apertura della Lega sull’election day. Il senatore Roberto Calderoli lo trova ‘economico, semplice e meno disagevole’. La posizione del coordinatore delle segreterie nazionali della Lega arriva un po’ a sorpresa e sicuramente dissonante rispetto agli altri alleati del Pdl, quasi tutti contrari all’unica tornata del 13-14 aprile.

ANSA.it – 12 febbraio 2008

L’«election day» per evitare inutili esborsi? Tutt’altro. Accorpare le elezioni politiche con le amministrative e scegliere per questo di indire i «comizi elettorali» il 13 di aprile non risponde a una logica di contenimento dei costi, per evitare una doppia chiamata alle urne nel giro di poche settimane. Bensì all’esigenza di garantire anche ai parlamentari alla loro prima legislatura il diritto di accedere al vitalizio previsto per deputati e senatori. Ne è convinto il vicepresidente del Senato, il leghista Roberto Calderoli, secondo cui «quando il governo deve schierarsi dalla parte del cittadino o della “Casta” a parole dice di essere con il cittadino ma nei fatti sta sempre con la “Casta”».

Corriere della Sera – 6 febbraio 2008

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *