Fastweb TV, pro e contro

Da un mese ad oggi, in casa Moroe, la Fastweb TV è entrata a far parte della famiglia, grazie ad un’offerta fatta dallo stesso provider: 2 mesi di prova gratuita, fino al prossimo 7 gennaio. Dopo di che, toccherà decidere se tenerla o restituire VideoStation e pacchetto ai leggittimi proprietari.
Proprio per questo, ho deciso di condividere con voi questa scelta, che potrebbe sembrare semplice, ma ha comunque i suoi risvolti economici. Non so quanto siano 14 euro in più al mese per voi, ma per me è un bel po’. E non sono tirchio, anzi.

Pro

Qualità del segnale. Praticamente 10 e lode: in barba a parabole e tecnologie false come il digitale terrestre, la qualità del segnale è veramente ottimale. Il primo mese non ha registrato alcuna defezione.

Qualità dell’immagine
. Decisamente ottima per le trasmissioni live, una qualità pari al formato DVD. Anche per i film on-demand, la qualità è sorprendente. Perde un po’ di qualità con le registrazioni a lungo termine (che tratteremo tra poco), ma è pur sempre una qualità accetabile.

ReplayTV
. Questo servizio permette di rivedere un programma fino a 3 giorni prima della data corrente. Per l’orario di registrazione fa fede l’orario di programmazione della GuidaTV e comprende sempre 10/20 minuti prima e dopo il programma desiderato, evitando così di perdere anche la minima parte. Comode in questi casi le funzionalità videoregistratore, come il rewind ed il forward per trascurare le porzioni di registrazione che non ci interessano.

VideoREC. Ideale per quando perdi un film, un varietà o qualsiasi altro programma e non puoi rivederlo in tempi brevi (più di tre giorni). Infatti, VideoREC permette di registrare fino a 5 ore di programmi e di tenerle memorizzate per un massimo di 20 giorni. Inoltre, è possibile impostare un indirizzo email al quale far arrivare la notifica di scadenza della registrazione.
Oltre le 5 ore, bisogna prenotare (e quindi pagare) delle ore aggiuntive.

MyMediaCenter. Il fiore all’occhiello dell’offerta tv di Fastweb. Basta un computer connesso in rete nella LAN casalinga allo stesso router dov’è connessa la TV, un media server installato sul questo PC e tanti bei filmati/fotografie/brani musicali da vedere comodamente dal proprio divano. L’ho provato con film in XivD, DivX e MPEG-2. Gli ultimi due non hanno dato problemi, mentre con l’XivD ho notato una certa incompatibilità: nella maggior parte dei casi, la VideoStation non supportava il tipo di codec utilizzato, mentre nelle rimanenti prove è stato l’audio a creare rompicapi. Mi riprometto di scendere nel dettaglio con i test e delineare un profilo ideale per la VideoStation di Fastweb nel più breve tempo possibile.
Spero vivamente che Fastweb valorizzi al meglio questo servizio.

50 film gratuiti al mese. Nell’offerta on demand sono compresi molti titoli, 50 dei quali sono gratuiti. I film a pagamento variano dai 3 ai 5 euro, che vengono addebitati direttamente sul conto Fastweb. Molti dei titoli gratuiti sono anche abbastanza recenti (e belli, ma questa è una valutazione oggettiva).

Contro

Banda occupata. E’ inevitabile, trattandosi di IPTV. Le buone prestazioni della TV si ripercuotono, ovviamente, sul servizio Internet: come navigazione, la differenza è sottile e direi trascurabile, con velocità paragonabile alla miglior 2 Mega in circolazione; d’altro canto, questo va ad incidere sulle prestazioni del downloading, sia via web che tramite applicazioni peer-to-peer.

Pay-per-view abbastanza caro. La concorrenza sui prezzi dei programmi pay-per-view viene nettamente vinta dai più diffusi DTT e Sat. Basti pensare che per una partita su OnTV bisogna sganciare qualcosa come 8 euro (che mi puzzano tanto di futuri 10 euro). Per 90 minuti di calci e scivolate – a meno che non si tratti di una finale di Champions – mi sembra veramente eccessivo.

Pacchetti (e costi) cumulativi. L’offerta di SKY su Fastweb è poco conveniente, quanto intuitiva. Da quanto risulta, per accedere ai migliori pacchetti SKY (Sport, Cinema, Calcio) bisogna obbligatoriamente accedere all’offerta Mondo: 24 euro i primi 2 mesi, se poi si vuole aggiungere qualche altro pacchetto, si va da un minimo di 36 euro ad un massimo di 59 euro, il tutto da sommare ai 14 euro dell’abbonamento base.

Cercherò di migliorare la mia opinione sulla Fastweb TV durante il periodo natalizio, nel frattempo lascio giudicare anche a voi se vale la pena tenere l’offerta o rimandare al destinatario il tutto. Quello che vi chiedo sono suggerimenti, alternative, pareri tecnici a riguardo o più semplicemente consigli.

Lo sapete che mi fido di voi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *