Ricomincio da tre

La mia estate si è aperta nel migliore dei modi: una bella influenza che mi ha steso al tappeto e tenuto al letto per 4 giorni, un temporale della miglior specie, una giornata intera a rendere vivibile la mia umile dimora aquilana e, almeno, una buona serata tra amici.
Stop. Finito qui. Potrei salutare tutti e rimandare l’appuntamento all’estate 2008: da oggi sono di nuovo ufficialmente sui libri – cosa triste – per dare la bellezza di 3 esami a settembre – cosa tristissima.
Il menù di fine estate prevede:

  • Calcolo – sì, ancora questa maledetta analisi, di vitale importanza altrimenti gli esami del terzo anno – fatti e parcheggiati – si vanno a far benedire;
  • Reti di Calcolatori –  l’esame che mi preoccupa di meno, ma anche quello che mi porterà via più tempo, data la complessità del sillabo;
  • Matematica Discreta – giusto per farmi male come si deve, altrimenti avrei avuto il rischio di sopravvivere.

Conto di prendere un po’ d’aria nelle domeniche ed a Ferragosto. Se quindi nei prossimi giorni leggete il Café e notate un’aria di nervosismo aleggiarmi tutt’attorno, beh, ora conoscete il motivo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *